FORMAZIONE IN VIDEOCONFERENZAE QUIPARATA ALLA FORMAZIONE IN PRESENZA
Il 23 maggio 2022 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Legge n. 52 del 19 maggio 2022 (di conversione del Decreto-Legge 24 marzo 2022 n. 24 in materia di contrasto al COVID-19) che, tra gli altri elementi presi in esame, conferma che la formazione inerente alla salute e sicurezza sul lavoro può essere erogata anche a distanza in modalità sincrona

In base a quanto stabilito dalla Legge n. 52 del 19 maggio 2022 (di conversione del Decreto-Legge 24 marzo 2022 n. 24 in materia di contrasto al COVID-19), la formazione obbligatoria riguardante la sicurezza e salute sul lavoro erogata in videoconferenza viene ufficialmente equiparata alla formazione in aula. Infatti, l’articolo 9 bis (Disciplina della formazione obbligatoria in materia di salute e sicurezza sul lavoro) riporta:

«la formazione obbligatoria in materia di salute e sicurezza sul lavoro può essere erogata sia con la modalità in presenza sia con la modalità a distanza, attraverso la metodologia della videoconferenza in modalità sincrona, tranne che per le attività formative per le quali siano previsti dalla legge e da accordi adottati in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano un addestramento o una prova pratica, che devono svolgersi obbligatoriamente in presenza».

Quindi, via libera alla formazione a distanza, a eccezione delle attività formative che prevedono un addestramento o una prova pratica, che continueranno a svolgersi esclusivamente in presenza.